Categorie

InOltre: uno spazio di inclusione e cura, un luogo di imprenditorialità sociale in periferia

Il progetto InOltre ha creato un nuovo “centro” nella città di Baranzate, dedicato a cultura, servizi e imprenditorialità sociale. Per sostenere una nuova fase di crescita, in cui la comunità sia protagonista e generatrice del proprio percorso di cambiamento, e proiettare oltre i confini del quartiere un modello di rigenerazione basato su accoglienza, solidarietà e multiculturalità.

Categorie

Dieci, Cento, Mille Centri, la prima conferenza nazionale sulle periferie urbane

La prima conferenza nazionale urbana realizzata il 20 giugno 2018 a Fondazione Bracco e Comune di Milano, in collaborazione con Fondazione Cariplo ed SC – Sviluppo Chimica , ha preso le mosse dalle esperienze milanesi, valorizzando i casi di successo per affrontare poi, in idalogo con pratiche nazionali ed europee, un tema che negli ultimi anni ha visto un impegno crescente di amministratori locali, organizzazioni non profit, fondazioni private e imprese: individuare formule capaci di rigenerare luoghi e comunità ai margini, nella consapevolezza che solo crescendo tutti insieme si cresce davvero.

Categorie

Il progetto Kiriku – A scuola di inclusione a Baranzate

Il progetto multistakeholder Kiriku – A scuola di inclusione (2018 – 2021) a Baranzate, comune alle porte di Milano, ha creato, durante l’arco di tre anni, una comunità educante, attraverso l’arricchimento dei servizi educativi e sanitari, l’ampliamento delle opportunità di apprendimento informale e il coinvolgimento di tutta la comunità nella cura delle famiglie più fragili.

Categorie

Oltre i margini, un laboratorio per l’inclusione sociale nel Comune più multietnico d’Italia

Fondazione Bracco in collaborazione con Cesvi e La Rotonda realizza “Oltre i margini”, progetto a sostegno dell’inclusione socio-economica e della tutela della salute di soggetti vulnerabili a Baranzate, comune primo in Italia per concentrazione di migranti residenti, con l’obiettivo di coinvolgere oltre 2.200 persone.