La mostra “Il viaggio oltre la vita”: arte e tecnologia in dialogo

La mostra "Il viaggio oltre la vita. Gli etruschi e l'aldilà tra capolavori e realtà virtuale" inaugura il 24 ottobre 2014 alle 17.30 a Bologna presso Palazzo Pepoli, e sarà visitabile fino al 22 febbraio 2015. L'innovativa esposizione dedicata alla civiltà Etrusca, affronta un tema complesso e affascinante: l'immaginario di questo antico popolo nei confronti dell'aldilà.

Protagonista della mostra, la spettacolare ricostruzione virtuale del Sarcofago degli Sposi, monumento-simbolo della civiltà Etrusca, esposto all'interno del Museo di Villa Giulia.

L'installazione, ideata da Giosué Boetto Cohen, regista del film di animazione in 3D "Apa alla scoperta di Bologna" presentato da Genus Bononiae nel 2011, è opera di CINECA, che ha curato non solo la ricostruzione virtuale del Sarcofago ma anche la fase scientifica di acquisizione digitale dell'opera, con un team di ricercatori e specialisti.

L'integrazione tra arte e scienza, tra fruizione e tecnologia trova la sua massima espressione nello spettacolo che prenderà vita nella Sala della Cultura, sotto gli occhi dei visitatori: una colonna sonora originale e suggestiva, proiezioni sulle pareti della sala con la tecnica d'avanguardia del 3D mapping, l'apparizione dell'ologramma del Sarcofago degli Sposi per una visita immersiva e "aumentata" nella civiltà Etrusca.

Il percorso espositivo presenta inoltre materiali della Bologna etrusca e capolavori del Museo di Villa Giulia, alcuni dei quali esposti per la prima volta fuori Roma: ceramiche, sculture e l'emozionante trasposizione di una Tomba dipinta di Tarquinia, una vera e propria esplorazione attraverso gli oggetti e le opere del senso spirituale di questa antica civiltà.

Apa, il simpatico etrusco "doc", protagonista del cartone animato in 3D realizzato nel 2011, rappresenta una guida d'eccezione: doppiato dal compianto cantautore bolognese Lucio Dalla, consente al pubblico, anche ai più piccoli, di scoprire e riscoprire la storia della città di Bologna attraverso la civiltà etrusca. A Roma, presso il Museo di Villa Giulia, troviamo invece a cugina etrusca "del sud" Ati, personaggio animato con la voce di Sabrina Ferilli, che fa da contrappunto ad Apa e continua idealmente il racconto dal suo punto di vista, prendendo le mosse dal museo romano per poi spostarsi al santuario di Veio.

L'esposizione, unica nel suo genere, è frutto di un'idea congiunta di Genus Bononiae Musei nella Città, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e Museo Nazionale di Villa Giulia a Roma, sostenuta da Fondazione Bracco e realizzata in collaborazione con CINECA, l'Università di Bologna Dipartimento di Storia Culture Civiltà, il Museo Civico Archeologico di Bologna, la Soprintendenza per i Beni Arechologici dell'Emilia Romagna e dell'Etruria Meridionale.

Instagram

#FondazioneBracco Segui Fondazione Bracco
su Instagram

Instagram

#FondazioneBracco Segui Fondazione Bracco su Instagram