Fondazione Bracco festeggia le donne

Fondazione Bracco celebra la Giornata Internazionale della Donna con una festa all'insegna del gusto, delle melodie e della buona salute, in un percorso tematico e multidisciplinare volto a scoprire le proprietà benefiche del vino.

Moderni studi in campo biochimico hanno permesso di stabilire in modo scientifico che dall'uva possono derivare importanti benefici per la salute umana. L’uso moderato di alcool attraverso il vino è stato infatti unanimemente riconosciuto come un fattore protettivo per molteplici malattie degenerative croniche, cardiovascolari in primis, e molte ricerche sono in corso per sviluppare agenti farmacologici, ricavati dalle bucce e dai semi dell’uva, per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Il professor Fulvio Ursini, uno degli scienziati italiani più noti a livello internazionale nel campo della biochimica dei fenomeni di invecchiamento e di stress ossidativo, nonché esperto sugli aspetti medici e nutrizionali legati al vino, tratta del tema “vino e salute” con particolare attenzione al genere femminile.

Segue all'approfondimento scientifico un coinvolgente intermezzo musicale: due allievi dell’Accademia di perfezionamento per cantanti lirici del Teatro alla Scala duettano accompagnati al pianoforte, celebrando il vino e l’amore su arie dei Maestri Giuseppe Verdi e Pietro Mascagni.

L’ultima tappa dell’itinerario consiste nell'incontro vero e proprio con due dei più noti protagonisti del Piemonte: il Cortese e la Barbera dell’azienda agricola il Botolo, commentati da Andrea Grignaffini, direttore creativo di Spirito diVIno e consulente e docente ALMA, Scuola Internazionale di Cucina Italiana.

Instagram

#FondazioneBracco Segui Fondazione Bracco
su Instagram

Instagram

#FondazioneBracco Segui Fondazione Bracco su Instagram