Arte e scienza insieme per parlare di diffusione delle plastiche negli oceani

In occasione di Expo Milano 2015, il 15 giugno alle ore 19.00 presso il cantiere artistico di Mostrami Factory @Folli 50.0 viene inaugurata l’opera Vortice, un’installazione site specific dell’artista italiana Maria Cristina Finucci volta a sensibilizzare sul problema dell’inquinamento causato dai rifiuti plastici dispersi negli oceani.

L’installazione, alta 7 metri e composta prevalentemente da acciaio e plastica, fa parte del progetto artistico The Garbage Patch State, nato dalla scoperta di un grave fenomeno ambientale distribuito tra gli Oceani: il Garbage Patch, una superficie di quasi 16 milioni di km2 formata da rifiuti plastici, raggruppata in cinque gigantesche isole.

Scorie del nostro quotidiano, consumate, gettate e non destinate al processo di riciclo. Da qui l’idea di uno Stato, provocatoriamente inventato dall'artista, per conferire realtà e urgenza a un problema di cui si parla poco, ma che deve essere riportato alla nostra attenzione.

Nel corso della serata non poteva dunque mancare un appuntamento di "Fondazione Bracco incontra", volto ad approfondire il tema della diffusione delle plastiche e microplastiche in mare e dei loro effetti sugli organismi marini.

Il dibattito vedrà protagonisti l’artista Maria Cristina Finucci, la Professoressa Cristina Fossi del Dipartimento di Scienze Fisiche della Terra e dell’Ambiente dell’Università di Siena, tra i massimi esperti del tema, e il giornalista e divulgatore scientifico Alessandro Cecchi Paone.

Instagram

#FondazioneBracco Segui Fondazione Bracco
su Instagram

Instagram

#FondazioneBracco Segui Fondazione Bracco su Instagram