• Il progetto

    2019

    Fondazione Bracco e il Comune di Palermo hanno realizzato in collaborazione con Nesta Italia la Seconda Conferenza Nazionale sulle periferie urbane "Dieci, Cento, Mille Centri" in luoghi chiave della città di Palermo (14 giungo 2019).

    La giornata ha avuto l’obiettivo di promuovere conoscenza e diffusione di buone pratiche, partendo dalle città di Milano e Palermo, in dialogo con altre esperienze nazionali ed europee, affinché una rete di attori sociali, pubblici e privati, possa costruire una visione condivisa e una strategia praticabile condividendo i risultati conseguiti. Lo scopo di questo percorso, avviato da Fondazione Bracco nel 2018 e che continuerà in altre città con una metodologia concreta focalizzata proprio sullo scambio di idee e progetti, è agevolare non solo la circolazione dei saperi, ma anche l’attuazione dell’operatività.

    La Conferenza, che ha contato la partecipazione di 25 relatori di alto profilo provenienti dai settori pubblico e privato, dopo una sessione plenaria di indirizzo, si è articolata in tavoli di lavoro diffusi nella città (tra il Teatro Santa Cecilia, l’Archivio Pubblico, la Galleria di Arte Moderna e la Biblioteca Comunale), che hanno ha approfondito quattro temi:

    • Impresa e Non Profit, un patto per i territori
    • La povertà educativa dei bambini nelle aree urbane
    • Turismo, infrastrutture e sostenibilità come attivatori di sviluppo
    • L’Arte come forza ed esperienza rigeneratrice

    Dopo gli interventi istituzionali di Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo, Diana Bracco, Presidente di Fondazione Bracco e Anna Scavuzzo, Vicesindaco di Milano, un focus particolare è stato dedicato al ruolo della cultura per il rilancio delle periferie urbane negli interventi di Angela Tecce del MIBAC, di Carolina Botti di ALES e di Francesco Giambrone, Sovrintendente del Teatro Massimo di Palermo. Tra le best practice internazionali su cui la Conferenza ha acceso i riflettori, il progetto raccontato da Radwan Khawatmi della Fondazione Aga Khan per la ricostruzione di Aleppo, l’azione dei Nuovi committenti (Nouveaux commanditaires) della Fondazione di Francia e il programma Garath 2.0 raccontato da Jana Lauffs del Comune di Düsseldorf.

     

     

    PRESS & DOWNLOADS

#FondazioneBracco
Segui Fondazione Bracco
su Instagram