Un progetto di alternanza scuola lavoro per raccontare le opere d'arte attraverso una narrazione corale e inedita. Arte e scienza, apprendimento e scrittura, comunicazione e collaborazione: queste le parole chiave del progetto che vede la partecipazione di un museo, una scuola e una fondazione d'impresa, il Museo Poldi Pezzoli, il liceo classico Beccaria di Milano e Fondazione Bracco.

Trenta studenti del terzo anno, provenienti da classi diverse del liceo classico Beccaria, sono coinvolti con i loro docenti di italiano, storia dell'arte e scienza in un progetto multidisciplinare che prevede lo studio e l'approfondimento di sei opere d'arte conservate al Museo Poldi Pezzoli, che i ragazzi, divisi in team, racconteranno in uno scritto inedito e collaborativo, che diventerà una pubblicazione.

Venerdì 30 novembre e lunedì 3 dicembre 2018 si svolge la prima fase del progetto, che prevede una visita al Museo Poldi Pezzoli, in cui studenti e docenti saranno accompagnati da una guida alla scoperta delle opere d'arte, oggetto del lavoro, e un approfondimento sulla diagnostica applicata ai beni culturali cura di Fondazione Bracco, con la prof.ssa Isabella Castiglioni del CNR.

Nella seconda fase gli studenti si divideranno in sei team, ognuno dedicato a un'opera, che studieranno integrando nozioni storiche, letterarie e scientifiche. I gruppi daranno poi vita a dei racconti, ognuno elaborato con uno stile diverso, che saranno accompagnati a schede tecniche sulle opere con approfondimenti sulle analisi diagnostiche. I lavori saranno riuniti in una pubblicazione a cura di Fondazione Bracco.

Oltre alla conoscenza sul quadro, sulla scultura o sul manufatto preso in esame, gli studenti potranno avvicinarsi a varie figure professionali (storici dell'arte, comunicatori, ricercatori, ecc.), e sperimenteranno la collaborazione tra arte e scienza.

  • I risultati
    30

    ragazzi del Liceo Beccaria

    6

    opere d'arte del Museo Poldi Pezzoli

    1

    Libro di racconti curato dai ragazzi