La mostra "Janello Torriani. Genio del Rinascimento”, organizzata e promossa dal Comune di Cremona con Fondazione Arvedi Buschini, Unomedia, Fundacion Juanelo Turriano e sostenuta da Fondazione Bracco, apre al pubblico dal 10 settembre 2016 al 29 gennaio 2017 al Museo del Violino di Cremona.

Il progetto, che, grazie agli studi del giovane ricercatore Cristiano Zanetti, punta per la prima volta alla riscoperta della figura emblematica di Janello Torriani, mira a fare dell’incontro tra scienza, nuove tecnologie e “arte” il suo tratto più originale e innovativo.

Attraverso la storia e la riscoperta di un geniale inventore, di cui si è persa memoria, viene raccontata la nascita della Modernità, tra Rinascimento e Rivoluzione Scientifica, un periodo storico che ha visto la centralità delle capacità scientifiche e tecniche italiane nel processo di trasformazione dei saperi. 

L'esposizione infatti esplora e restituisce la figura di un genio creativo italiano “esportato” e apprezzato nell’Europa del Cinquecento: Janello fu ingegnere idraulico geniale, matematico di corte e inventore acclamato, abile fabbro ferraio, orologiaio di nomea universale, creatore di meravigliosi automi meccanici. Proprio il legame tra arte e scienza nonché la volontà di riportare in luce un'eccellenza italiana le cui invenzioni contribuirono a rivoluzionare il panorama scientifico e tecnologico dell'epoca sono tra le ragioni che hanno spinto Fondazione Bracco a sostenere la mostra, oltre al respiro internazionale dell'esposizione che vede tra i promotori la Fundacion Juanelo Turriano e importanti prestiti da Musei italiani ed esteri.

La città di Cremona è in fermento, sono ricche e variegate le iniziative nate nel solco del percorso espositivo: attività che coinvolgono compagini e luoghi diversi della Città. Si va dal Museo di Storia Naturale dove gli studenti del liceo Aselli stanno dando forma a "MACCH'INGEGNI", una mostra che spiegherà perché alcune idee ingranano, mostrando come l'ingegno umano ha ricreato un'infinità di diverse funzioni, a imitazione della natura o completamente nuove, fino a riprodurre le operazioni logiche della mente. Mentre al Museo Ala Ponzone Cimino i ragazzi e i docenti dell’APC stanno completando il Modello dell’Artificio di Toledo. La macchina più grande del Mondo nel secolo XVI, fu quella che rese famoso Janello Torriani presso la corte del re di Spagna. Non poteva mancare poi l’Istituto che porta il nome di Torriani che dal 1° ottobre, insieme ai curatori della Mostra, realizza dei laboratori didattici proponendo alle due fasce scolastiche della Scuola Primaria e della Secondaria di I grado attività nell’area Matematica, Fisica, Robotica.

 

Informazioni Utili

Museo del Violino 
piazza Marconi 5, Cremona.

Dal 10 settembre al 29 gennaio 2017
Orario: martedì-domenica, ore 10-18

Tel. 0372.407768
Info: mostratorriani.it