• Il progetto

    Tale progetto coniuga l’attenzione alle giovani generazioni, che hanno l’occasione di esporre i propri lavori in uno spazio pubblico largamente frequentato, e la sensibilità alla fruizione culturale e artistica nei luoghi di cura, che ricerche scientifiche provano essere una componente che concorre al benessere individuale. 

    La mostra inaugurale del progetto “Lo spettacolo del corpo”, esposta dal 12 novembre 2010 al 31 gennaio 2011 negli spazi espositivi del CDI (Via Saint Bon 20, Milano), ospita una quarantina di opere degli allievi dell’Accademia del Teatro alla Scala ed è focalizzata sul corpo e sulle sue espressioni. 

    La seconda tappa del progetto è la mostra "Oggettivamente meglio. Prendersi cura: idee per un maggior benessere", esposta a Milano dal 22 settembre al 31 dicembre 2011, in collaborazione con Domus Academy e CDI e dedicata al racconto di oggetti che “curano” o che migliorano il nostro vivere.

    NEWS ED EVENTI
    22/09/2011

    Mostra "Oggettivamente meglio"

    Dal 22 settembre 2011 esposte negli spazi del CDI – Centro Diagnostico Italiano (Via Saint Bon, 20 – Milano)  tante giovani idee all'insegna delle cose che curano e della cura delle cose. La mostra "Oggettivamente meglio. Prendersi cura: idee per un maggior benessere" è promossa dalla Fondazione Bracco in collaborazione con Domus Academy e CDI, e costituisce il secondo appuntamento di un progetto organico e ambizioso. 

    12/11/2010

    Mostra fotografica "Lo spettacolo del corpo"

    La mostra ospita una quarantina di opere degli allievi dell’Accademia del Teatro alla Scala e vuole offrire presso gli spazi espositivi del CDI un’ occasione di espressione creativa degli studenti, in linea con le finalità della fondazione, attenta al mondo giovanile e alla ricerca progettuale. 

  • A che punto siamo
    12 Novembre 2010 u2013 31 Gennaio 2011

    Mostra “Lo spettacolo del corpo”

    La mostra degli Allievi dell’Accademia della Scala (12 novembre 2010 – 31 gennaio 2011), curata da Roberto Mutti, si apre allo sperimentalismo dei giovani sul filo della ricerca ed è dedicata al corpo e alle sue espressioni sceniche, in un ponte che dall'arte fotografica e coreutica tocca il mondo della salute. 

    La selezione delle immagini ha privilegiato quelle che consegnano alla memoria diverse interpretazioni del linguaggio del corpo in molteplici espressioni artistiche: danza, musica, teatro di prosa, teatro d’opera. Le foto sono accompagnate da citazioni di celebri poeti e artisti, da Charles Baudelaire a Kahlil Gibran, da Vsevolod Mejerchol’d a Martha Graham, da Pina Bausch a Maurice Béjart a Daniel Harding.

    22 Settembre u2013 31 Dicembre 2011

    Mostra “Oggettivamente meglio. Prendersi cura, idee per un maggior benessere”

    Tante giovani idee all'insegna delle cose che curano e della cura delle cose: la mostra "Oggettivamente meglio. Prendersi cura: idee per un maggior benessere" (22 settembre – 31 dicembre 2011) è promossa da Fondazione Bracco in collaborazione con Domus Academy e CDI, e costituisce il secondo appuntamento del ciclo di mostre ospitate negli spazi del CDI. 

    La mostra espone i frutti del workshop "La cura delle cose" realizzato dalla Domus Academy per i Master in Design e in Interaction Design 2011. Il laboratorio, in collaborazione con la stessa fondazione, racchiude in sé un concetto sfidante per il mondo del progetto. I giovani designer si sono interrogati sui temi dell'estetica, delle funzioni, del rapporto tra sostenibilità e felicità del consumo, ponendo al centro della riflessione il tema della cura, immaginando nuovi prodotti, nuove attitudini, e, soprattutto, nuove emozioni.

    Dal lavoro in team dei giovani designer sono nate soluzioni inedite, articolate e insolite che affrontano e rispondono con originalità ai dettami, spesso faticosi, della vita contemporanea.

    2010

    Mostra “Lo spettacolo del corpo”

    La mostra degli Allievi dell’Accademia della Scala (12 novembre 2010 – 31 gennaio 2011), curata da Roberto Mutti, si apre allo sperimentalismo dei giovani sul filo della ricerca ed è dedicata al corpo e alle sue espressioni sceniche, in un ponte che dall'arte fotografica e coreutica tocca il mondo della salute. 

    La selezione delle immagini ha privilegiato quelle che consegnano alla memoria diverse interpretazioni del linguaggio del corpo in molteplici espressioni artistiche: danza, musica, teatro di prosa, teatro d’opera. Le foto sono accompagnate da citazioni di celebri poeti e artisti, da Charles Baudelaire a Kahlil Gibran, da Vsevolod Mejerchol’d a Martha Graham, da Pina Bausch a Maurice Béjart a Daniel Harding.

     

    2011

    Mostra “Oggettivamente meglio. Prendersi cura, idee per un maggior benessere”

    Tante giovani idee all'insegna delle cose che curano e della cura delle cose: la mostra "Oggettivamente meglio. Prendersi cura: idee per un maggior benessere" (22 settembre – 31 dicembre 2011) è promossa da Fondazione Bracco in collaborazione con Domus Academy e CDI, e costituisce il secondo appuntamento del ciclo di mostre ospitate negli spazi del CDI. 

    La mostra espone i frutti del workshop "La cura delle cose" realizzato dalla Domus Academy per i Master in Design e in Interaction Design 2011. Il laboratorio, in collaborazione con la stessa fondazione, racchiude in sé un concetto sfidante per il mondo del progetto. I giovani designer si sono interrogati sui temi dell'estetica, delle funzioni, del rapporto tra sostenibilità e felicità del consumo, ponendo al centro della riflessione il tema della cura, immaginando nuovi prodotti, nuove attitudini, e, soprattutto, nuove emozioni.

    Dal lavoro in team dei giovani designer sono nate soluzioni inedite, articolate e insolite che affrontano e rispondono con originalità ai dettami, spesso faticosi, della vita contemporanea.

#FondazioneBracco
Segui Fondazione Bracco
su Instagram