Comune di Cremona, Fondazione Bracco, Museo del Violino e Università di Pavia presentano un capolavoro restaurato, che entra a partire dal 2 aprile nelle Collezioni Civiche Liutarie conservate a Cremona: il piccolo violino "Bracco" 1793 di Lorenzo Storioni, che prende il nome dalla mecenate che ne ha permesso la restituzione alla comunità.

Martedì 2 aprile 2019 si festeggia la conclusione dell'articolato percorso di studio e restauro che ha coinvolto un piccolo violino dal lungo passato: costruito nel 1793 dal maestro liutaio Lorenzo Storioni per le mani di un bambino di circa dieci anni, lo strumento, che ha dignità di opera d'arte, diventa patrimonio delle collezioni del Comune di Cremona, custodite nel Museo del Violino.

Intervengono: Gianluca Galimberti, Sindaco di Cremona, Diana Bracco, Presidente di Fondazione Bracco, Fausto Cacciatori, Conservatore delle Collezioni del Museo del Violino, Marco Malagodi, Responsabile del Laboratorio Arvedi dell'Università di Pavia, Angelo Sperzaga, Scuola Internazionali di Liuteria moderati dal giornalista Oreste Bossini.

VIDEO DELL'INCONTRO

  • Informazioni utili

    Martedì 2 aprile 2019 - ore 12.00

    Sala Fiorini - Museo del Violino

    piazza Marconi 5 - Cremona

  • Il progetto

    Il violino “Piccolo” di Storioni torna a nuova vita, tra arte, scienza e formazione

    Il piccolo violino “Bracco" 1793 di Lorenzo Storioni è stato oggetto di un complesso intervento che ha previsto l’acquisizione, lo studio, l’analisi, il restauro e l’esposizione al pubblico di un raffinato gioiello della liuteria cremonese.

    Leggi tutto

#FondazioneBracco
Segui Fondazione Bracco
su Instagram