Il progetto 100 donne contro gli stereotipi è al Festival della Diplomazia di Roma lunedì 22 ottobre 2018, nell'incontro "Politica, Occupazione e Migrazione. Dalla parte delle donne - Il filo invisibile della violenza di genere".

Politica, sicurezza, economia, scienza, fenomeni migratori e vita privata. Esiste un filo sottile che collega questi mondi apparentemente diversi fra di loro, ma che invece così distanti non sono, ed è quello della violenza di genere. La violenza contro le donne non si manifesta solo nelle sue forme più visibili di violenza fisica, della quale una donna su tre è vittima almeno una volta nella vita, ma può assumere forme molto diverse a partire dalla discriminazione in ambito professionale, all’assenza di politiche di pari opportunità nel contesto della sfera politica, dove ancora troppo di frequente le donne vengono utilizzate dal governo di turno come scelte di facciata, alla violenza economica, o a quello psico-fisica di cui sono vittime le donne migranti e richiedenti asilo che giungono nel nostro Paese alla ricerca di una vita migliore.

A tante forme di violenza appartengono altrettante risposte e politiche di pari opportunità che non sempre vengono sviluppate dando ascolto alle protagoniste di questo fenomeno, che della violenza non vogliono essere solo vittime, bensì promotrici di azioni e politiche di cambiamento verso la costruzione di una società più democratica e egualitaria per uomini e donne.

Il Festival della Diplomazia, arrivato quest’anno alla IX edizione, nasce nel 2009 dalla consapevolezza della centralità di Roma in ambito internazionale, l'appuntamento intende offrire suggestioni e strumenti sulle maggiori tematiche di attualità, partendo dalla fiducia nella diplomazia come metodologia strutturale per facilitare il dibattito e favorire lo scambio culturale tra persone.

Per iscrizioni

  • Informazioni utili

    Dalle 9.30 alle 13

    Spazio Europa
    Via IV Novembre, 149
    00187 Roma 

  • Il progetto

    100 donne contro gli stereotipi: un progetto per dare voce alle esperte italiane

    Numerose ricerche nel mondo dell'informazione dimostrano che le donne sono raramente interpellate dai media in qualità di esperte. A spiegare e interpretare il mondo sono quasi sempre gli uomini: nell'82% dei casi secondo i risultati nazionali del Global Media Monitoring Project 2015. Il progetto 100 donne contro gli stereotipi ha l'obiettivo di incrementare la presenza nei media e nella società civile delle voci delle professioniste, partendo dai settori di sapere con una disparità di genere più accentuata.

    Leggi tutto